Lella (La Sveltina)

Ciao,ho notato che 3 dei miei racconti sono con lo pseudonimo Lothar (lettera L grande),grazie agli amici lettori per averlo segnalato....
Carla era diventata più bella,era più solare,fisicamente più tonica,sembrava un altra dall'ultima volta che ci eravamo visti...Ciao.. si avvicina mi bacia alato della bocca facendomi sentire la punta della lingua...sempre in forma?..pacca sul mio culo...si grazie ,vedo che anche tu non scherzi...ahahha...,Marina seduta su una sdraio a cosce aperte con perizoma bianco visibile osserva il tutto divertita.Si alza mi si avvicina mi bacia..sai abbiamo una sorpresa per te, ho deciso di accompagnare Carla in Sicilia in barca stiamo una settimana...ragazze a me piacerebbe molto ma non posso muovermi per lavoro... su dai,voglio passare una settimana con mia sorella e con te...mi dice Marina con voce lamentosa...vuoi lasciarci senza di lui?...dice Carla afferrando da sopra i pantaloni il mio membro. Le faccio capire che davvero non posso e che facendo una sforzo posso essere da loro tra 3 giorni,la loro risposta fu..meglio di niente...e Marina mi disse che allora lei sarebbe andata con la barca di sua sorella e che io sarei andato con la sua,perchè Carla dopo proseguiva per la Grecia e la Croazia.Dopo aver raggiunto un accordo sulla mia andata,mi annunciano che stasera andiamo in ristorante per cenare,continuando a parlare con loro tra battute sul mio coso da parte di Carla,facendomi capire di voler rifare il trio di Portofino,tra risate e mani (di Carla) che tasta un po il mio corpo una voce alle mie spalle...Ciao ma cosa dite??...mi giro e vedo una donna in accappatoio,il suo viso è giovane curato,i suoi capelli a caschetto sono neri,la sua pelle con una leggera abbronzatura,alta 1,70 che con una asciugamano si friziona i capelli, la guardo..si scherzava sull'uomo di tua zia..risponde Carla..questa è mia figlia Luana...mi alzo..ah sei tu che hai fatto perdere la testa a questa due.. mi allunga una mano...Tale zia,tale mamma,la nipote non poteva che essere più bella.

.le dico...cosa vorresti dire che noi due stasera ci mandi sole? visto che mia nipote è qui? ..dice ridendo Marina,..non sai cosa ti perdi..risponde ridendo Carla...sono proprio due sceme..dice ridendo Luana.La sera le faccio fare il giro del posto dove abitiamo,mangiamo nel locale preferito di Marina,e scopro che partono domani perchè hanno l'hotel prenotato, Luana è stata tutta la serata a rispondere al cellulare,dice che questa vacanza in barca le serve per ricaricare, usciamo dal locale ridendo e parlando di noi,Carla mi dice che Marina gli ha raccontato che ho preso casa e che vorrebbe vedere,quindi domani devo andare a prenderla in auto,mi dice tutto questo stringendomi l'avambraccio e guardandomi negli occhi,guardo Marina che risponde con un movimento del viso dando l'assenso, girandomi incrocio lo sguardo di Luana che a me sembra indagatore.Passeggiamo per le vie e vicoletti,tra vetrine e ristoranti,c'è molta gente,fa molto caldo Marina e sua sorella entrano in tutti i negozi,fanno acquisti sono piene di borse,mentre io e Luana ci siamo conosciuti un pò meglio,lei è separata,senza figli,avvocato promettente del foro Milanese,ha delle storie con uomini,che non fa entrare nella sua vita,34 anni,carina.Io gli ho raccontato di me,sulla storia con sua zia sa già tutto,le notizie le ha avute da sua madre, ma anche da sua zia visto che sono molto legate e che si raccontano tutto,ma proprio tutto, su queste ultime parole mi aveva guardato negli occhi sorridendomi. Prima di sapere cosa si erano dette zia e nipote, le due sorelle escono dall'ennesimo negozio con ulteriore borse, pregandoci di aiutarle,vogliono ritornare a casa ma Luana le dice che lei vuole ancora stare fuori,Marina mi chiede di farle compagnia, le dico che quando Luana vuole rientrare l'accompagno..se vuole può anche dormire da te..risponde sua madre in coro con Marina,le salutiamo e ci avviamo verso il centro. Siamo nella città vecchia a visitare il castello su un promontorio a strapiombo sul mare dove appunto sorge la parte più vecchia e più popolata nelle sere d'estate,visto che lì si svolgono vari eventi e concerti estivi della città.
Ci sediamo a un tavolino di un bar,sotto di noi il porticciolo turistico,stiamo sorseggiando delle birre,c'è davvero molta gente in questa serata estiva,che vedo tra la folla Daniela in compagnia di Emilio(il suo compagno) che avendomi scorto mi fa un cenno di saluto, con me che alzandomi li invito a raggiungerci,dopo le presentazioni,Emilio mi dice che domani si parte per la Sicilia,con me che l'informo che partiamo tra tre giorni e che domani certo Marina l'avrebbe avvisato,guardo Daniela e scorgo che è un pò amareggiata del rinvio.Luana per tutto il tempo che i due sono stati con noi ha tenuto d'occhio ogni movimento di Daniela,rimasti soli mi dice..lei non ha appreso bene la notizia del rinvio,e nel modo come ti guardava e sorrideva voleva essere sola con te, te la sei già portata a letto vero?..resto bloccato,abbozzo un sorriso..sia mia madre che mia zia me l'avevano detto che una volta provato sei da tenere..ci avviamo verso la macchina visto che lei vuole rientrare,il suono di un messaggio sul cellulare lo prendo per leggerlo..scommetto che è Daniela che aveva altri programmi per domani,o qualcuna che vuole vederti..leggo è di Daniela, sorrido,lei si avvicina e leggendo il nome..visto?, vediamo cosa dice..lo apro" Stavo già pregustando una scorpacciata del tuo cazzo in ogni buco,ma dobbiamo rimandare?"...hai capito Daniela? ahahha cosa vuoi fare?..ahahha ridiamo.Siamo al cancello di casa mia per tutto il tragitto in macchina non ho fatto altro che guardare le sue gambe,avendo addosso una minigonna,senza calze su tacco 12,ed una camicetta bianca senza la presenza di reggiseno,si mostrava in tutta la sua bellezza,aziono il telecomando,scorgo alla finestra Lella che rientra quando imbocco il cancello, siamo arrivati che Paula si manifesta sulla porta,scendiamo Paula ci saluta e mi dice che sta per uscire con il suo ragazzo e se ho bisogno di qualcosa prima che vada,sono le 23,00,le dico che puo andare,lei mi dice che Lella mi aveva aspettato perchè voleva parlarmi,ci saluta e si avvia verso la strada dove il suo ragazzo la stava aspettando.
Siamo in casa,glie la faccio visitare,le dico che la sua camera è vicino la mia,lei mi chiede del bagno glie lo indico e le dico che l'aspetto giù a bordo piscina,accendo le luci,prendo la vodka in frigo accendo una sigaretta,...ciao come stai?,è un pò che non ci si vede..Lella in pantaloncini sgambatissimi,maglietta...ciao Lella vuoi? si sono stato da Marina in questi giorni era da un po che non ci vedevamo, e Giovanni?...è dovuto uscire,sai quel progetto doveva incontrare delle persone,mi ha detto che sarebbe rincasato tardi...mi ha detto Paula che volevi parlarmi,cosa è successo?..niente volevo vederti,sai che ho paura a stare da sola sapendo che lei doveva uscire..ah ok, vado a prenderti un bicchiere..vado in cucina, Luana è lì..un altra spasimante,sei circondato da donne,...sai con tua zia le donne non mancano...le dico guardandola negli occhi,...ho visto e sò, ma questa vuole essere soddisfatta,fai con comodo io vado a dormire, notte...esco e Lella mi guarda e mi dice..ma sei in compagnia?...si è la nipote di Marina stanotte dorme qua..allora io vado..fa per alzarsi..ti ho detto che dorme qua, cosa hai capito?..ma io ero venuta per stare con te, fino all'arrivo di Giovanni..le prendo una mano..infatti, allora stai, dov'è il problema?..ma se lei vuole dormire non voglio disturbarla,facciamo così andiamo da me ti và?..ok,ma devo dirglielo,ti pare?..ok aspetto qui..salgo sl piano superiore per avvertire Luana,la porta della sua camera è aperta,guardo dentro,lei è distesa sul letto solo con un paio di mini perizoma,è su un fianco mi da le spalle, con gli infissi aperti la luca che entra mi permette di vedere un culetto delizioso,con un filo che separa la due natiche,...dormi?..no, entra..no meglio che resti qui fuori senti volevo dirti che la vicina ha paura a stare sola,le faccio un po di compagnia fino all'arrivo del marito,a casa sua,non vuole disturbarti.. fai come vuoi,tanto stanca come sono tra due minuti dormo,quindi potete stare anche qui,non mi sveglio..ok, notte e scusa.
..scendo e Lella è ai piedi delle scale,vedendomi si risolleva,mi da la mano,stringe la mia fa per avviarsi,poi si ferma e mi bacia con passione,le nostre lingue si incontrano ed iniziano una lotta,le sue mani corrono sul mio corpo,lo tastano,una sua mano va direttamente sul pacco mentre le mie sono una su un suo seno,l'altra su una natica..che voglia che ho di te, non resisto ti voglio..mi trascina fuori,siamo vicino la piscina lei deve prendere il suo cellulare lasciato sul tavolo,lo prende si volta mi bacia,si struscia sul mio pacco,le tolgo la maglietta che indossa,i suoi seni vengono presi d'assalto dalla mia lingua ohhhoho sii,le sbottono i pantaloncini,lei ha gia tirato fuori il mio cazzo e chinandosi la imboccato ed incominciato un pompino, sembra affamata,lo toglie dalla bocca e segandolo...mi sei mancato, lo voglio in fica e in culo prima che arrivi Giovanni,..mi spoglia completamente,le tolgo i pantaloncini,sotto indossa un perizoma che lascia libera la fica,senza toglierselo si poggia con le mani sul tavolo,dandomi la schiena si piega...dai sbattilo dentro,sono allagata..il suo perizoma ha un buco anche dietro,è di colore rosso,appoggio la cappella alla sua fica e lei spingendo s'impala da sola,andando con il suo corpo avanti e indietro...siiiiiiiiiii oddioooo come sei garndeeeee,le dico di abbassare la voce,e adesso sono io che porto il ritmo,le mie mani prendono a coppa i suoi seni,stringo i capezzoli,lei geme..uhmmmm siii..più forte così vengooooooooooooooooooooooooo,si sfila il cazzo si gira e lo riprende in bocca,dopo poco si rialza e rimettendosi in posizione..sbattimelo nel culo..con una mano lo avvicina al buco..spingi..tento di entrare ma sarebbe doloroso per lei,sputo sul buchetto e mettendo due dita in bocca a lei cerco di prepararla,ci riesco ed incomincio ad entrare..ahiii pianoo....parla più piano altrimenti svegliamo tutti...siiii.sono dentro solo con la cappella, esco e lo rimetto nella fica per bagnarlo bene,lei sembra indemoniata prende il ritmo va velocissima,sento le sue natice che sbattono sopra di me..sisisis vengoooo, adesso si è poggiata con i gomiti sul tavolo..è arrivato Giovanni devo andare,mi dispiace, si infila la maglietta e prendendo i pantaloncini l'infila velocissima mi da una stretta al cazzo, un bacio sulle labbra e corre verso il cancello,resto lì impalato con il cazzo duro a guardarla. Così come sono mi metto a ridere e mi tuffo in piscina.Sono in bagno sotto la doccia,dal vetro del box doccia intravedo una figura,apro facendo in modo di nascondere il mio membro e vedo Luana che ridendo mi dice che deve fare pipì,le faccio presente che io sono lì e lei mi dice di aprire l'acqua così non si sentirà nessun rumore,il tutto lo dice ridendo,..scusa cosa c'è da ridere?...ho assistito dal balcone,l'arrivo del marito ahahha....ma mi hai spiato?..visto il casino che faceva ho ascoltato più che altro ahahaha, poverino..ed esce...........

Comments:

No comments!

Please sign up or log in to post a comment!